Il saluto del Sindaco di Messina

 

                                                                                             

L’iniziativa di diffondere attraverso la produzione artistica di messinesi, il nome e la tradizione culturale della città dello Stretto è di indubbio valore e per questo l’attenzione dell’Amministrazione comunale è sentita. Un ringraziamento va all’Associa­zione Turismo Arte Spettacolo, da anni impegnata in questo settore, per l’impegno dimostrato nel promuovere questo ulteriore appuntamento artistico culturale, ed alla comunità Ravarinese che ospita la biennale internazionale di pittura, scultura e fotografia . Sarà anche un momento di poesia che tesserà il filo del legame con le tradizioni enogastronomiche e, che non poteva che trovare nel modenese, territorio di antica e conosciuta cultura alimentare, quella lusinghiera risposta di attenzione che anche la memoria messinese merita, per le sue tipicità territoriali. Un evento quindi, che sono certo, riconfermerà l’utilità degli scambi culturali che determinano flussi artistici, utili e necessari al progressivo avanzamento delle rispettive comunità, ed è questo un aspetto che il sindaco di Messina sottolinea, proprio in una stagione in cui la città pur con difficoltà naturali e pesanti continue emergenze, riacquista coscienza del proprio ruolo e guarda con coraggio al proprio futuro. Un futuro che passa anche dalla valorizzazione di percorsi culturali necessaria a definire prospettive per il rilancio della città; il domani della città ed il suo ruolo in questo nuovo millennio, passano anche dalla capacità di esaltare la sua dimensione di centro di scambi e di servizi, di immaginare proiezioni strategiche per una Messina, integrata in un progetto incentrato sulla comunanza di potenzialità e risorse per un’offerta significativa di beni e servizi per le comunità dello Stretto e per tutte le realtà del bacino del Mediterraneo.

                                                                                               On. Giuseppe Buzzanca (Sindaco di Messina)

                                                          Presentazione a cura di  Franco Bulfarini

                                                                                          

Perché a Ravarino una collettiva biennale interna­zionale di pittura, scultura e fotografia, oltre ad un contestuale concorso nazionale di poesia? Semplice, questa associazione, “la Bottega degli Artisti”, pera in una sede concessa dal Comune di Ravarino, ed è grazie a questa che il seme associativo ha attecchito ed ha dato vita ad una pianticella che il prossimo anno festeggerà i 10 anni. Di contro alla possibilità data l’associazione ricambia annualmente con innumerevoli iniziative che fanno di Ravarino anche in proporzione ai suoi abitanti uno dei comuni a maggior vocazione artistica della Provincia di Modena. Questo è un valore aggiunto che certamente travalica il territorio coinvolgendo artisti ed estimatori da ogni dove. Ritengo che proprio in tempi come questi economicamente non floridi, la voce del volontariato, nella fattispecie artistico, debba farsi sentire al massimo ed in modo sinergico con gli enti pubblici e le aziende che operano nei territori. In questo modo si sostengono valori culturali e contenuti estetici che da sempre danno conto dello stato di una civiltà. Siamo nati nel 2001 ed il prossimo anno festeggeremo i primi 10 anni. Il mio auspicio è che questo evento organizzato dall’Associazione Turismo, Arte Spettacolo di Messina, presieduta dall’amico artista Biagio Cardia, ma con la collaborazione ed appoggio logistico ed ideativo de la Bottega degli Artisti, possa produrre esiti soddisfacenti, tali da meritare un ulteriore rilancio verso nuove sfide, sempre più avvincenti per il futuro. Nel concludere non posso esimermi dal ringraziare il Sindaco del Comune di Ravarino Sig. Marino Gatti e l’assessore alla cultura Dr.ssa Maurizia Rebecchi che hanno fin da subito compreso gli intenti della nostra associazione ed il valore di quest’iniziativa di promozione culturale ed artistica. Un ringraziamento particolare alla Cantina Vini Casolari, al Sig. Primo Casolari, unitamente ai figli Roberta e Roberto, per la loro attenzione nel curare l’ospitalità. Come non ringraziare poi i miei collaboratori ed associati senza i quali nulla sarebbe possibile. Ringrazio infine Biagio Cardia per la sua grande capacità organizzativa ed amicizia e quindi tutti gli artisti partecipanti, augurando loro che di questo evento abbiano un piacevole ricordo come momento di confronto, di vicinanza d’intenti e di crescita artistica personale, che quest’ultima, in senso compiuto, è possibile a mio avviso, solo attraverso il confronto delle esperienze. Da ultimo ringrazio i poeti che hanno aderito al primo concorso nazionale di poesia, organizzato direttamente da “la Bottega degli Artisti”, auspicando che la loro voce possa far riflettere e sognare tutti noi. Franco Bulfarini (Critico – Artista – Presidente de “la Bottega degli Artisti”)

                           

Il saluto dell’Assessore alla Cultura e Istruzione di Ravarino

                                                                                                          

Sono lusingata di essere la “madrina” della prima collettiva biennale internazio­nale di pittura, scul­tura e fotografia che si terrà sul territorio di Ravarino. L’iniziativa ben si inserisce nel progetto di valorizzazione del territorio, nel quale crede questa Ammini­strazione e che in futuro si concretizzerà sempre più spesso in eventi come questo, in grado di cogliere l’attenzione di quanti amano la cultura come veicolo per elevarne l’esistenza sul piano emotivo e mentale, attraverso l’arte, la scultura, la musica e la poesia. Non meno importante il benessere fisico, che si realizza anche attraverso l’amore per la buona tavola e la ricerca di prodotti di qualità che, con i loro colori e profumi, hanno ispirato dalle origini del mondo ad oggi grandi artisti e pittori. Adeguata, pertanto, la sede che ospiterà la biennale: un’azienda vinicola, che lavorando i prodotti di una terra generosa, consente di creare un connubio vincente tra la bellezza delle opere d’arte e la prelibatezza dei suoi vini. Un ringraziamento particolare alla “Bottega degli Artisti” e a quanti con essa collaborano per proporre l’arte come grande mezzo educativo ed evolutivo, in grado di vincere la bruttezza e la disarmonia che, talvolta, invadono le nostre esistenze, donando invece spiragli di luminosa bellezza.

                                                                                                    Maurizia Rebecchi

Assessore alla Cultura e Istruzione Comune Ravarino

 
 Entra Pagina degli Artisti
Torna a pagina iniziale
    PRIMA BIENNALE RAVARINO    

                   OTTOBRE 2010

http://www.youtube.com/watch?v=1XGNrmqsE10;

http://www.youtube.com/watch?v=AUh6dN6mpT8;

                                                                PRESENTAZIONE A CURA DI biagio cardiaion

                                                                                                   

 Scrivere la Presentazione della I Biennale Interna­zionale di Ravarino dopo che la complessa progettualità dell'organizzazione che è stata espletata e definita in tutti i suoi peculiari aspetti sembra essere la cosa più semplice che si possa fare. Di norma, nel corso della redazione di una qualsiasi presentazione è sufficiente enucleare il percorso progettuale specificandone le modalità, le finalità e le aspettative da conseguire per poi concludere con il consueto corollario dei ringraziamenti. In questa occasione, desidero fare una eccezione e presentare la I Biennale di Ravarino da “dietro le quinte”, come si suole dire, spiegando le difficoltà incontrate durante il tragitto organizzativo e, nello stesso tempo, evidenziando le grandi soddisfazioni ottenute nell’interagire con i miei validi collaboratori che mi hanno consentito di acquisire positive ricadute personali sotto l’aspetto umano, culturale e professionale durante il compimento ottimale dell’Opera intrapresa. Quando l’organizzazione di una Mostra prende l’avvio in una città diversa da quella in cui essa si terrà, la prima difficoltà consiste nel trovare un buon collaboratore costantemente disponibile a ricoprire i molteplici impegni e incarichi, primo fra tutti quello di reperire sul territorio i locali idonei ad ospitare la Manifestazione artistico - culturale in progetto. È in questa fase organizzativa che ho avuto l’onore di conoscere l’Artista e Critico d’arte Franco Bulfarini che, per i suoi meriti professionali e le sue pregiate qualità umane, è risultato essere non solo un efficiente collaboratore ma anche e soprattutto un prezioso compagno di viaggio. Altra essenziale realtà di supporto ed aiuto presente nel prosieguo dei lavori inerenti l’organizzazione del grande evento culturale di Ravarino è stata l’Associazione “La Bottega degli Artisti” che si è interamente prodigata con solerte abnegazione e spirito altamente collaborativo per la buona riuscita della Manifestazione. Colgo qui l’occasione per ringraziare anche la Famiglia Casolari per aver messo a disposizione i locali per l’esposizione della mostra e, le varie Amministrazioni che ci hanno concesso il Patrocinio. (Biagio Cardia Artista,  Curatore di Mostre e Autore di libri sulla storia dell'Arte).